organetto.JPG - 43,0 K

Organett.jpg - 77012,0 K Aerofono meccanico seriale di importazione, l'organetto compare sull'orizzonte della musica di tradizione orale del Messinese intorno ai primi decenni del nostro secolo. Grazie all'intonazione stabile, al notevole volume sonoro, ad una spiccata versatilità musicale e maneggevolezza d'uso, l'organetto, "inventato" da Paolo Soprani a Castelfidardo a metà dell'Ottocento, si afferma in breve tempo come strumento di festa nei contesti agro-pastorali, contendendo il ruolo di strumento leader riconosciuto fino allora alla zampogna. Oltre a introdurre nel repertorio musicale di tradizione i "balli moderni" (valzer, polca e mazurka) lo strumento accompagna anche il canto solistico, facendo coś sua una forma vocale-strumentale prima di esclusiva pertinenza della zampogna.

nota.gif - 12,0 K quadriglia

indietro.gif - 1226,0 K back.jpg - 1109,0 K